A A
RSS

“Toc toc” al Piccolo Teatro di Catania

Dom, Mar 12, 2017

Spettacolo

Cinque personaggi, un appuntamento e tutti con occhi spalancati come bimbetti

Stupirsi ancora, al giorno d’oggi, con l’intrattenimento genuino, è possibile: è capitato il 24 febbraio (ripetuto poi il 25) nella saletta incantata del Piccolo Teatro nel cuore di Catania con Toc Toc della Compagnia Joculares.  

Uno spettacolo di circo contemporaneo dalla semplicità d’altri tempi, quello della malizia innocente e delle risate per il gusto di ridere.

Un mix ben dosato di teatro danza, musica e arti circensi capace di trasportare il pubblico dentro la magia di una bolla sospesa in cui si perde la dimensione del tempo e ci si ritrova, a prescindere dall’età, tutti bimbetti con gli occhi spalancati di meraviglia e viva curiosità.

Davvero meritevole e ben dosato il cast.

Adriano Aiello, regista dello spettacolo, oltre che interprete, è uno fra i sei artisti italiani selezionati dal noto Cirque Du Soleil e riesce a catturare l’attenzione del pubblico con una non comune capacità di mimica. Abili e accattivanti gli uomini (tre); straordinarie, per bravura, simpatia e bellezza le due donne. Citato Aiello, ecco gli altri quattro: Valerio Sardella (giocoliere) della Compagnia Joculares; Cristina Mazzeo (verticalista); Annalusi Rapicavoli (aerealista) e Marco Previtera (acrobata), oggi Compagnia “Circo Ramingo”. Stuzzicanti le musiche di Salvo Giorgio e Bruno Moello.

La Trama. Cinque personaggi si presentano, uno alla volta, ad un appuntamento che sembra essere di lavoro e, nell’attesa esasperante dell’interlocutore, iniziano a sfidarsi esibendo le proprie abilità artistiche. A tratti, i personaggi, si lasciano conquistare dalla bravura degli altri candidati e, solidarizzando, improvvisano numeri circensi insieme.

Si scoprirà, alla fine, che l’appuntamento aveva uno specifico obiettivo e la loro convocazione non era affatto casuale.

Claudia Barcellona

 

 

 

Claudia Barcellona

Laureata in giurisprudenza, dopo la collaborazione con il Dipartimento Analisi Processi Politici Sociologici Internazionali presso l’Università di Catania, si dedica alla professione di avvocato civilista, specializzandosi, da ultimo, in Diritto delle Arti, dello Spettacolo e dei Beni Culturali.                                                                
E’ cofondatrice e mediatrice di rete presso Reti e Sinergie, un network di imprenditori e professionisti etici siciliani, e referente per il Sud Italia della Oliver Group s.r.l., società di investimenti in Romania.                                                                
E’ membro della Società Italiana Esperti in Diritto delle Arti e dello Spettacolo; cofondatrice e vicepresidente dell’associazione culturale “Donne di Fuora”. Dal novembre 2016, è Responsabile Nazionale Affari Generali Siedas (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo).
Organizza eventi culturali per enti pubblici e privati; cultrice delle tradizioni e lingua siciliana, si impegna, ove possibile, nel valorizzare il proprio territorio e la sua storia, preferibilmente attraverso lo strumento artistico.
Collabora con diverse testate giornalistiche e case editrici.
Drammaturga e autrice di diversi racconti, poesie, saggi, canzoni, in italiano e siciliano.
E’ vincitrice del Premio Letterario Nazionale Mario Dell’Arco 2016

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura Coro lirico siciliano daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni