A A
RSS

A “Torre del Grifo”, Assemblea dei soci del Credito Etneo BCC

Approvato il 17° bilancio di esercizio al Centro Sportivo del Catania Calcio

Nonostante la crisi continui, il Credito Etneo nel rispetto del ruolo che le banche di credito svolgono prosegue nella sua opera di sostegno ai suoi soci, ai suoi clienti e alle comunità locali 

A “Torre del Grifo Village”, in territorio di Mascalucia, domenica 20 maggio 2018, nella sala Congressi del Centro sportivo del Catania Calcio, si è riunita l’Assemblea dei soci del Credito Etneo BCC per approvare il 17° bilancio di esercizio.

In un clima amicale e di grande cordialità, amministratori, dipendenti e soci hanno commentato i fatti economici registrati nel corso dell’anno 2017 che, come i precedenti, anche se in maniera più lieve, hanno risentito le avversità della crisi economica generale.

Nonostante il cammino della Banca sia ancora intralciato dalle insicurezze della crisi economica – per il dott. Venerando Rapisarda, Direttore Generale –, gli Amministratori del Credito Etneo sono riusciti a fronteggiare tante difficoltà e a tener viva la speranza di potercela fare. Previsioni incoraggianti, quindi. E’ vero, l’economia è ancora debole, il commercio non è ancora in piene forze, ma la banca è riuscita a tenersi forte e ad ottenere risultati incoraggianti di cui ne ha usufruito la clientela.

Il Direttore Generale del Credito Etneo, ha poi sottolineato come sia difficile «dirigere una banca in tempo di crisi. Da circa nove anni sia le banche che le imprese si dibattono in questa crisi, che non accenna a fermarsi. E per questo è importante avere una Banca accanto alle famiglie e alle piccole imprese, cercando di valutare positivamente le istanze del territorio. Conservando e confermando il trend positivo con l’adesione al Gruppo Cassa Centrale Banca di Trento. Infatti nel corso del 2017 sono state approntate e realizzate le attività per la migrazione delle procedure operative dal sistema informativo fornito dalla società BCC Servizi informatici Spa, società del Gruppo Bancario ICCREA, al sistema informativo fornito dalla società Phoenix Informatica Bancaria Spa, società del gruppo Cassa Centrale Banca, a seguito dell’adesione del Credito Etneo al progetto di Gruppo Bancario Cooperativo facente capo alla trentina Cassa Centrale Banca. Con orgoglio confermo l’ormai prossima apertura, il 20 giugno, della nuova sede centrale, amministrativa, di Catania, in viale Oderico Da Pordenone».

Intervenendo il Presidente del Credito Etneo, dott. Agatino Rizzo, il quale ha dato lettura del bilancio con competenza e realismo, ha puntualizzato che, anche nel 17° anno, «la banca chiude in buon utile, accostandoci al compito, dal 2008 sempre più gravoso, di rendicontare e spiegare i dati economici del precedente esercizio, essendo ben nota la fase di grande difficoltà che aleggia su tutto il sistema bancario per la grande preoccupazione a livello europeo ed internazionale e, di conseguenza a livello italiano. Il sistema bancario e le nostre piccole realtà, in particolare, continuano ad assicurare risorse ed energia alle imprese ed alle famiglie, e per questo rimaniamo fedeli ai modelli di attività intrapresi, incentrati sui prestiti all’economia reale. La forza della nostra banca continua ad essere nella territorialità e nell’essere sempre vicini alle richieste del mercato bancario. Gratitudine doverosa ai Colleghi della Banca d’Italia e della Federazione Siciliana delle BCC, per l’amicizia e la qualificata assistenza ricevuta. Un particolare ringraziamento rivolgiamo a tutto il personale della Banca per la costante collaborazione. Un grazie di cuore a voi signori Soci ed a tutta la clientela per la fiducia che ci avete accordato. Infine un ricordo ed un sentito pensiero ai soci che ci hanno ultimamente lasciato.»

Insomma, com’è nel suo stile, il Credito Etneo, pur dentro difficoltà, ha proseguito nella sua opera di sostegno all’economia reale di vicinanza concreta e operativa a soci, clienti e comunità locali, in ossequio al ruolo che le banche di credito cooperativo sono chiamate a svolgere di finanza del territorio, di finanza mutualistica, giudicate da alcuni come un modello “antico” di fare banca. Questo significa che il modello di fare banca del Credito Etneo e del movimento cooperativo in genere è proficuo e sempre attuale.

Nel 2017, il Gruppo Bancario è stato caratterizzato da tre importanti fatti: 1) l’aumento di capitale, nel passato novembre, da parte di Cassa Centrale Banca per poter assumere il ruolo di Capogruppo del costituendo Gruppo Bancario Cooperativo. La nostra Banca ha sottoscritto n. 79.711 azioni per un controvalore di € 4.184.827 (valore di bilancio al fair value € 4.659.746); 2) sono stati portati a termine i lavori di manutenzione straordinaria ed adeguamento dell’immobile di Viale Odorico da Pordenone da adibire a nuova sede del Credito Etneo; 3) è stato realizzato un importante ricambio generazionale con l’andata in quiescenza di risorse che hanno dato un importante contribuito alla nascita ed alla crescita del Credito Etneo, lasciando spazio e responsabilità a giovani risorse, cresciute professionalmente all’interno della Banca.

Per quanto riguarda l’aspetto reddituale del 2018 si dovrebbe registrare una considerevole tenuta del margine di interesse con contestuale aumento degli impieghi lordi e la diminuzione del tasso medio degli stessi, il mantenimento del margine commissionale, la realizzazione di utili da cessione titoli in linea con quelli realizzati nel 2017, la conferma della dinamica dei crediti deteriorati in linea con l’andamento dell’economia locale. Nel 2018 si prevede inoltre la diminuzione delle spese amministrative, considerando che nel 2017 si sono verificate determinate spese.

I risultati tutto sommato ottimisti non sono un punto di arrivo ma uno stimolo per il futuro; di modo che il credito etneo diventi una realtà sempre più forte e sempre più presente per spingere l’economia della nostra terra.

Ben a ragione possiamo affermare che diventa realtà il sogno-miraggio del dott. Venerando Rapisarda che, agli inizi del nuovo millennio, volle creare una banca locale ad esclusivo servizio dell’economia etnea.

Santy Caruso

Santy Caruso

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura Coro lirico siciliano daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni