A A
RSS

“Aida Concert – Gala” al Teatro Antico di Taormina

ven, Ago 24, 2018

Spettacolo, Teatro

La serata è dedicata alla memoria di Giuseppe Di Stefano

 

 

 

 

 

 

 

Il magico fascino del Teatro Antico di Taormina, fra circa un’ora, accoglierà l’evento più atteso della seconda stagione del Mythos Opera Festival.

Alle ore 21 e 30, infatti, andrà in scena Aida Concert-Gala, omaggio a Giuseppe Di Stefano, uno dei più apprezzati ed amati tenori della storia dell’opera, a dieci anni dalla sua scomparsa. Pippo, originario di Motta Sant’Anastasia, fu partner di un’altra grande dell’opera lirica internazionale: Maria Callas, con la quale calcò i legni dei più grandi teatri del mondo. Del tenore si ricordano il timbro soave ed inimitabile, la chiara dizione fino alla comprensione delle parole, virtù quasi impossibile nella lirica.

La regia della serata è firmata da Nino Strano, già aiuto regista, tra gli altri, di Franco Zeffirelli e Mauro Bolognini. A curare il coordinamento, invece, sarà l’attore e regista Giancarlo Zanetti. Proprio al grande regista toscano Franco Zeffirelli sarà conferito, ad inizio serata, un importante riconoscimento per gli alti meriti culturali riconosciuti in tutto il mondo. A ritirare il premio sarà il regista Luca Verdone, fratello del popolare attore e regista Carlo. Zeffirelli invierà un messaggio audio alla platea di Taormina.

Dichiara Nino Strano: «Mi fa molto piacere che in occasione del Gala dell’Aida, qui nel Teatro Antico di Taormina si ricordi l’opera di Franco Zeffirelli, grande maestro del cinema italiano, l’ultimo dei grandi ancora sopravvissuti. Ha realizzato capolavori indimenticabili, quali La bisbetica domata; Gesù di Nazareth; Romeo e Giulietta; Un tè con Mussolini; Fratello sole, sorella luna; Storia di una capinera. Ricordiamo che ha iniziato il suo lavoro come assistente di Luchino Visconti, altro grande. Dare un premio a Franco Zeffirelli, in una terra che lui ha amato e che continua ad amare, è un onore per noi. Mi fa piacere che questo venga ricordato durante la serata e mi dispiace soltanto che Franco per le sue condizioni di salute non potrà essere presente. Ma lo ricorderemo mandando le proiezioni dei suoi film con le colonne sonore di Nino Rota. Una serata nella quale il ricordo si mischia all’attualità e Verdi si mischia a Franco Zeffirelli. Insomma due grandi della cultura italiana che sicuramente rimarranno indimenticati negli anni futuri».

Altra grande personalità a ricevere il riconoscimento per la straordinaria carriera internazionale sarà il soprano Lucia Aliberti. L’artista, siciliana di nascita, è ritenuta dalla critica internazionale uno dei più grandi soprani al mondo. Di lei si sottolinea, oltre alla prodigiosa tecnica vocale, anche la particolare presenza in palcoscenico e le sue capacità drammatiche. Lo scorso anno il soprano ha celebrato 40 anni della sua carriera internazionale a Berlino durante il concerto alla Gendarmenmarkt, nella città in cui ha iniziato la sua carriera alla Deutsche Oper. Durante la celebrazione dei 40 anni ha ricevuto il premio internazionale “Bellini d’Oro”. Lucia Aliberti, dopo aver ritirato il prestigioso riconoscimento, si esibirà sul palco del Teatro Antico di Taormina, accompagnata dall’Orchestra Filarmonica della Calabria. Dopo i due momenti emozionanti con Franco Zeffirelli e Lucia Aliberti, sarà messa in scena l’Aida di Giuseppe Verdi in forma di concerto. A calcare il palco due artisti di fama internazionale: il tenore coreano Rudy Park, nel ruolo di Radamès, ed il basso russo Alexander Anisimov, nei panni di Ramses. Rudy Park è ritenuto una delle voci più importanti degli ultimi anni, un tenore lirico spinto, dotato di una voce straordinaria. Il ruolo di Radamès, considerato tra i più difficili da tenore del repertorio operistico, è cucito su misura per l’artista coreano. Alexander Anisimov, basso di lunga e fulgida carriera, si esibisce regolarmente al Metropolitan di New York, dove ha debuttato nel 1994. Nel 1992 la prima a La Scala di Milano, nel Don Carlo prodotto da Franco Zeffirelli, con Luciano Pavarotti e diretto da Riccardo Muti. Una presenza di spicco quella di Anisimov, che arricchisce il cast dell’Aida. Con Park e Anisimov, ci saranno sul palco giovani e talentuosi cantanti selezionati durante il Corso di Alta Formazione, conclusosi il 10 luglio a Fondi (LT). Ancora una volta il Mythos Opera Festival conferma, dunque, la grande attenzione verso le nuove voci del panorama mondiale, affiancate da grandi professionisti. Questo il cast completo di Aida Concert-Gala: Aida, Valeria Attianese; Radamès, Rudy Park; Amneris, Natasha Novitskaia; Amonasro, Carmine Monaco; Ramfis, Alexander Anisimov; Il Re, Vassily Savenko; Messaggero, Sergio Martinoli; Sacerdotessa, Edit Suta; Direttore, Dian Tchabanov. A danzare sulle note di Aida, Federica Rosati e Salvo Nicolosi (originario di Giarre (CT)). Completano il cast artistico i musicisti dell’Orchestra Filarmonica della Calabria, diretta da Dian Tchabanov, e il Coro Lirico Siciliano, diretto da Francesco Costa. Spiega il Maestro Filippo Arlia, direttore musicale del Mythos Opera Festival: «L’Aida è uno dei titoli più completi e significativi di Giuseppe Verdi, anche considerando la sua vastità, e per questo abbiamo deciso di riproporla per la seconda edizione del Festival. In passato, ho anche avuto la soddisfazione personale di dirigere questa meravigliosa opera in Egitto, proprio nel teatro dove lo stesso Verdi debuttò, la “Cairo Opera House”, perciò per me è sempre una grande emozione dirigere e vedere l’Aida».

Red

Redazione l’Alba

Tags: , , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta festa film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro trecastagni virgillito

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni