A A
RSS

“La Traviata” chiude a Taormina il “Mythos Opera Festival”

lun, Ago 27, 2018

Eventi, Spettacolo, Teatro

La Grande Opera di Verdi al Teatro Antico con giovani talenti di tutto il mondo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con La Traviata di Giuseppe Verdi, martedì 28 agosto, ore 21:30, al Teatro Antico di Taormina, si concluderà la seconda edizione del “Mythos Opera Festival”.

Il cast si compone di giovani e artisti di varie parti del mondo, selezionati rigorosamente dal “Mythos Opera Festival” durante il Corso di Alta Formazione, conclusosi lo scorso luglio a Fondi (LT).

Il Festival conferma la grande attenzione nei confronti dei giovani talenti. Prima donna sarà il soprano Renata Vari (nella foto), solista permanente all’Opera di Craiova in Romania, che interpreterà il ruolo di Violetta Valery. Questo il cast: Alfredo Germont, Carlos Julio Muñoz; Giorgio Germont, Milo Buson; Floria Bervoix, Sabrina Messina; Gastone, Diego Rossetto; Annina, Elita Cistola; Barone Douphol, Pablo Rossi Rodino; Marchese d’Obigny, Graziano D’Urso; il dottor Grenvil, Adolfo Corrado; Giuseppe, Rosario Cristaldi; un domestico/commissionario, Daniele Cannavò. Sulla scena anche i danzatori Federica Rosati e Salvatore Nicolosi, con la partecipazione della scuola di danza di Elisa Laviano. Nel cast artistico anche il Coro Lirico Siciliano, diretto dal Maestro Francesco Costa. La scenografia è di Luisa Migliore e Isabella Sturniolo di Progetto Danza Catania. La regia è di Antoniu Zamfir.

Dirigerà l’Orchestra Filarmonica della Calabria il Maestro Filippo Arlia (nella foto accanto), direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese e direttore musicale dell’intero Festival. Così si è espresso il Maestro: «Risalire sul podio del Teatro Greco di Taormina per dirigere La Traviata sarà per me un momento bellissimo che susciterà nella mia mente tantissimi ricordi: anni fa, ho debuttato per la prima volta nel mondo dell’opera proprio dirigendo questo titolo, sicuramente il più conosciuto ed eseguito di tutto il repertorio di Giuseppe Verdi».

Al “Mythos” anche quest’anno sarà riservato uno spazio alla riflessione con riflettori accesi sulla inclusione e la disabilità.

All’apertura de La Traviata si esibirà sul palco Federico Santangelo, originario di Roccamorice (Pescara). Il 23enne, affetto da una malattia genetica rarissima, non legge e non scrive ma, grazie alla grande passione per la musica, è riuscito ad aprire un particolare canale comunicativo. Santangelo, dal 2012, si esibisce regolarmente in pubblico. Seguito dal Maestro Alessandro Di Millo, il giovane suonerà alcuni brani alla tastiera, tutti eseguiti senza spartito: Die Lorelei, di F. Silcher; Il lago dei cigni, di P. I. Tchaikovsky; O mio babbino caro, di G. Puccini; Fratello sole, sorella luna, di R. Ortolani. Ci dice Carlo Santangelo, padre di Federico: «Miracolosamente siamo riusciti a scoprire questa sua passione. Già da piccolo notavamo che stava molto attento alla musica. Un giorno nella scuola, di cui ero dirigente scolastico, venne un giovane maestro a propormi un progetto per la scuola dell’infanzia ed io dentro di me pensavo: “Chissà se un domani mio figlio, magari nelle sue mani, riuscisse a produrre qualcosa”. Gliel’ho chiesto e da quel momento, parliamo di una decina di anni fa, abbiamo iniziato questa scommessa. All’inizio, nonostante avessimo subito notato che era affascinato dal maestro che suonava, riusciva a stare seduto non più di 5 minuti. Nel giro di 20 giorni ha suonato il primo brano, Jingle Bell. Adesso, a distanza di anni, sta seduto alla tastiera per più di un’ora. Per noi – conclude – è una grande emozione sapere che si esibirà al Teatro Antico di Taormina, all’interno di una rassegna come il Mythos Opera Festival. Era un sogno soltanto ipotizzarlo fino a pochi anni fa».

Alla serata è atteso un parterre d’eccezione ed internazionale. Oltre all’assessore regionale al Turismo, Sandro Pappalardo, ci saranno anche il vice console italiano di Chişinău, capitale della Repubblica di Moldavia, Antonio Ionio ed il ministro della Cultura dell’Oman.

L’1 settembre il “Mythos Opera Festival” saluterà il proprio pubblico con il Gala I love Opera, in scena al Palacongressi di Taormina. L’Orchestra Sinfonica di Palermo, diretta da Everett McCorvey, eseguirà musiche di Verdi, Puccini e Mascagni.

Red

 

Redazione l’Alba

Tags: , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta festa film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro trecastagni virgillito

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni