A A
RSS

Stasera, il soprano Gonga Dogan e il tenore Filippo Micale al Katane Hotel di Catania

Sab, Ott 19, 2019

Spettacolo

INAUGURAZIONE DELLA NUOVA STAGIONE 2019/2020 DELLA SCAM

I due artisti accompagnati al pianoforte dal maestro Ivan Manzella ripercorreranno, nel galà Al via con l’opera!, alcune delle arie più struggenti del melodramma italiano.

Il soprano Gonga Dogan

Quattordici appuntamenti fra concerti lirici, ensemble da camera, esecuzioni pianistiche e conferenze per la nuova stagione della SCAM- Società catanesi amici della musica intitolata “Dialoghi musicali” che verrà inaugurata domenica 20 ottobre alle ore 18.00, nell’elegante sala meeting del Katane Palace Hotel, con il galà “Al via con l’opera!”. Protagonisti della serata saranno il soprano Gonca Dogan e il tenore Filippo Micale, i quali ci faranno intraprendere uno straordinario viaggio fra le pagine più belle di Puccini, Verdi, Mascagni e Bellini, ripercorrendo alcune delle opere meno eseguite di Pacini, Rossini e Donizetti, accompagnati al pianoforte dal  talentuoso maestro Ivan Manzella.

«La SCAM ha un legame prezioso con il Belcanto – spiega la neo Presidentessa Anna Rita Fontana –  per questo, oltre al concerto inaugurale daremo spazio a diversi eventi lirici. Il 12 gennaio 2020 all’Istituto Sacro Cuore di via Milano sarà la volta di “Note spumeggianti” con il mezzosoprano Sabrina Messina e il baritono Graziano D’Urso che ci delizieranno, insieme al Maestro Alberto Alibrandi, con celebri arie d’opera e brani d’operetta. Il 3 maggio toccherà a “Le romanze di Francesco Paolo Tosti”, eseguite dai soprani Angela Curiale e Marzia Catania e dai tenori Antonio Costa e Toti Sapienza, accompagnati dal pianista Giovanni Raddino». Il 15 dicembre il Coro Imago Vocis, diretto da Padre Salvatore Resca e composto da 40 coristi e 6 orchestrali, interpreterà canti sacri e della tradizione natalizia per un evento di rara bellezza.

Il tenore Filippo Micale

Il critico musicale, Anna Rita Fontana, ci farà conoscere alcune figure fondanti nella storia della musica come il tenore nicolosita Giuseppe Anselmi, celebre in tutto il mondo per le sue straordinarie doti vocali e del quale quest’anno ricorrerà il 90° anniversario della morte nella conferenza di domenica 17 novembre mentre il 24 maggio, in occasione del 250° anniversario dalla nascita del massimo esponente del classicismo viennese, sarà la volta di Ludwig van Beethoven, avvincente Maestro di Bonn”. Il 7 aprile, infine, toccherà al musicologo Riccardo Viagrande, che presenterà la sua ultima pubblicazione sull’operista novecentesco, Vieri Tosatti nell’incontro dal titolo “In antitesi con gli usi e le novità”.

Il pianista Ivan Manzella

Otto i concerti sinfonici, che avranno principalmente luogo al Sacro Cuore, con giovani promosse e nomi di pregio del panorama musicale. Si parte il 24 novembre con il Trio Clementi, composto dalla clarinettista Vanessa Grasso, la violoncellista Chiara D’Aparo e la pianista Giulia Russo, che eseguirà il Kegelstatt-Trio di Mozart, due Pezzi dagli “Acht Stücke” op. 83 di Bruch e l’op.114 di Brahms. Il violinista Orazio Spoto, la pianista Debora Lombardo e il contrabbassista Vincenzo Sottile sono invece il Trio Orchidea, che l’1 dicembre allieterà la platea con un programma vario che spazia da Beethoven a Piazzolla, da Šostakóvič a Morricone. Una formazione insolita ma di grande livello è quella dell’arpista Antonella Cernuto e del flautista Domenico Testai, che il 16 febbraio al Katane Palace Hotel, interpreteranno musiche di Rossini, Donizetti, Debussy, Tournier e Piazzolla, mentre Beethoven, Martinu, Ravel, Bartók e Rachmaninov sono i compositori scelti dalla violoncellista Simona Bonanno e dalla pianista Ketty Teriaca per lo spettacolo del 29 marzo. Reduce da una tournée in Cina, il trentenne Claudio Bonfiglio, sarà protagonista indiscusso del concerto del 18 aprile, quando, con il suo pianoforte ripercorrerà alcune delle pagini più struggenti di Beethoven, Rachmaninov e Šostakóvič. Il 26 aprile, in collaborazione con l’Associazione “Amigdala” di Viagrande si svolgerà, all’interno del Palazzo Recupero-Cutore di Aci Bonaccorsi, il concerto di “Yoshi and his friends” trio costituito dal pianista Kensei Yamaguchi e dai violinisti Yoshiaki Shibata e Yujoo Jung, entrambi vincitori dell’Internation Music Competition. A chiudere la stagione domenica 7 giugno sarà il dodicenne Roberto Adamov, bulgaro di nascita siciliano di adozione, che con le sue doti da enfant prodige ha già riscosso enormi successi di pubblico.

I Protagonisti

Filippo Micale: Allievo del tenore Salvatore Fisichella, dopo la laurea in canto con lode all’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini” di Catania si perfeziona a Brescia con il mezzosoprano Adriana Lazzarini, vincendo importanti concorsi lirici internazionali. È stato diretto da Adiloğlu, Petralia, Palleschi, Marzaglia, Pelliccia, Kovatchev, Tirotta, Ferrauto, Manuli, Albertin, Michailidis, Bareza, Boemi, Bernacer, Attard, Morandi e da registi come Zeffirelli, Trespidi, Vizioli, Castiglione, Pontiggia, Stinchelli.

Gonca Dogan: Inizia i primi studi di canto con il basso Merih Kazbek e successivamente si laurea in canto al Conservatorio Baskent ad Ankara. Dopo il trasferimento a Catania, si laurea all’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini. Perfezionatasi con Edita Gruberova, Thomas Hampson, Eric Halfvarson, Ghena Dimitrova, Dietrich-Fischer Diescau, Mirella Freni, Salvatore Fisichella e Pietro Ballo vince diversi concorsi. È stata diretta da Pirolli, Carminati, Boemi, Martinenghi, Fabrizi, Di Mauro, Michailidis, Sipari di Pescasseroli, Pupillo, Morandi e da registi quali Zeffirelli, Castiglione, Trespidi, Agnello, Stinchelli.

Ivan Manzella: si diploma in Pianoforte all’Istituto Musicale “Bellini” di Catania, sotto la guida della prof.ssa Catania. Alla sua formazione musicale però contribuirono anche Zadra, Berman e Bashkirov. Nel 2001 consegue il Dottorato in Pianoforte al Conservatorio Reale di Rotterdam, dove studia anche Direzione d’Orchestra, e perfezionandosi con Frank Wibaut alla SommerAkademie Mozarteum di Salisburgo. Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali e di musica da camera, alterna esecuzioni solistiche a ensemble da camera.

La Redazione

Redazione l’Alba

Tags: , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni