A A
RSS

Un Martoglio adattato da Turi Giordano apre la Stagione teatrale di Belpasso

Mer, Ott 23, 2019

Spettacolo, Teatro

IRREFRENABILE MATTATRICE, GUIA JELO PER LA PRODUZIONE DI VIDEOBANK

Attrice intensa e poliedrica, Guia Jelo, ancora una volta, si scommette dando tutta se stessa con un testo insolito, dal sicilianissimo titolo: Stònchiti, a firma e regia di Turi Giordano, estratto dalla martogliana commedia I Civitoti in pretura. Produttrice la belpassese Videobank

Da sx: Flaminia Chiechio, Guia Jelo, Fabio Costanzo

C’è a Belpasso un teatro che non conosce la crisi né gli abbandoni perché può contare sempre su cartelloni di qualità e su un pubblico fedele e puntuale. In questo teatro ha mosso i primi passi Videobank che, da produttrice lungimirante e recente gestrice del teatro comunale “Nino Martoglio”, ha affidato la direzione artistica del proprio cartellone a Guia Ielo.

Guia Jelo e Fabio Costanzo

Ad inaugurare questa stagione teatrale è stata proprio Lei, la grande Guia, indiscutibile e inappuntabile animale da palcoscenico, attrice intensa e poliedrica, che si scommette ancora una volta, dando tutta se stessa senza risparmiarsi, con un testo insolito, dal sicilianissimo titolo a firma del noto regista Turi Giordano: Stònchiti, estratto dalla martogliana commedia: I Civitoti in pretura. Ne è produttrice la belpassese Videobank.

Guia Jelo

Stònchiti pare sia anche uno degli pseudonimi che Martoglio utilizzasse per firmare i suoi “dialoghi popolari”, e che in questo caso invece, viene adoperato per dare un titolo ad un’opera che, quasi una fantasia, del grande scrittore ne veicola in qualche modo l’impronta e il sapore.

Un po’ commedia dell’arte, un po’ teatro popolare, un po’ cabaret, un po’ farsa, un po’ dramma, un po’ varietà, come lo stesso Turi Giordano definisce la miscela teatrale, a portarne compiacevolmente il peso sulle spalle (un carico smisurato!) è la grande Guia che si veste e sveste continuamente, cambiando abiti e personaggi con la bravura e la passione che la rendono la grande professionista che è.

La pièce si snoda tra soliloqui e interazioni pepate e ironiche con un talentuoso Fabio Costanzo che si mostra all’altezza di questo continuo trasformismo, lasciando traccia di sé e del suo carisma.

Il pubblico applaude e sembra divertito.

Certamente, non passa inosservato il contributo musicale che interviene con gusto e in modo misurato, grazie alla elegante chitarra di Davide Sciacca, alla virtuosa fisarmonica di Anselmo Petrosino e il leggiadro flauto traverso di Flaminia Chiechio.

E poi, anche quanti dietro le quinte hanno arricchito scene e costumi e grafica (Rosy Bellomia, Alessandra Vasta, Ginevra Chiechio), meritano consenso.

Lascia dunque ben sperare questa stagione, a motivo della tanta energia espressa nel suo incipit, del suo nuovo produttore e della ricca e interessante proposta che dovrebbe poter soddisfare tutti i palati.

Norma Viscusi

Norma Viscusi

Pianista. Insegna Musica nella sc. Media Q. Maiorana di Catania. Ha conseguito anche il Magistero di Scienze Religiose presso IRSS San Luca di Catania, Facoltà di teologica di Sicilia. Il suo interesse è poliedrico: musica, arte, cultura, volontariato e giornalismo. Collabora come editorialista, freelance, con diversi periodici e quotidiani. Fra questi Freedom 24, Zona franca, l’informazione, Aetnanet, Newsicilia, l’Alba. Ha pubblicato saggi di letteratura religiosa sulla Scapigliatura, Lo spazio di Dio in Tarchetti in La letteratura e il Sacro, narrativa e teatro, cura di F. D.Tosto, vol. IV ed. ESI, 2016 Napoli e per la collana “Nuova Argileto”, La Scapigliatura. Tra solitudine e trasgressione, Lo spazio di Dio in Tarchetti, Rovani e Dossi. ed. Bastogi, 2019 Roma. Ama dedicarsi in modo particolare a recensioni musicali e teatrali.

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura Coro lirico siciliano daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni