A A
RSS

Pensionamenti alla “Michelangelo Virgillito” di Paternò

mar, Dic 2, 2014

Scuola

Il traguardo scolastico lascia un “pezzo di cuore” al IV Circolo Didattico

Due insegnanti e il DSGA del IV Circolo Didattico “Michelangelo Virgillito” di Paternò hanno raggiunto il traguardo del pensionamento, prime pensionate della nuova riforma della  scuola.

Dopo oltre 30 anni di attività svolte  come Direttore Amministrativo, la rag. Anna Maria Corallo giunge a conclusione della sua importante funzione, una funzionesvolta con grande dedizione e professionalità e, soprattutto,  con tanto amore per la “sua” scuola. Si può ben dire che Anna Corallo, come affettuosamente era conosciuta da tutto il mondo scolastico del territorio, costituisce la memoria storica del IV Circolo: insieme a tutto il suo staff, ai docenti e ai vari Dirigenti, che si sono succeduti in questo lungo arco di tempo, ha contribuito alla crescita di una realtà scolastica che da scuola periferica è diventata, nel tempo, un modello di istituzione scolastica all’avanguardia.

Anche le due insegnanti, Anna Arcidiacono e Maria Grazia Ronsivalle, professioniste molto stimate ed amate, hanno vissuto la loro carriera di insegnanti al IV Circolo e il momento del distacco da alunni, colleghi e personale scolastico ha comportato momenti di grande impatto emotivo.

Sono dunque tre persone che hanno fatto la storia della scuola, un pezzo di cuore del IV Circolo va via con loro…

Alla Festa di Pensionamento ha partecipato tutto il Personale Scolastico dell’Istituto in servizio e un gruppo di docenti, già in quiescenza, che hanno testimoniato con una divertente parodia,  non priva di momenti di toccante emozione,  i tanti momenti e le vicissitudini della storia umana e professionale delle tre colleghe.

Un omaggio sicuramente molto gradito dalle tre neo pensionate che ha smorzato gli inevitabili momenti di commozione che il pensionamento comporta in sé.

Il DS. Prof. Filippo Motta, nel suo intervento, ha sottolineato che la grande professionalità e umanità di Anna Maria Corallo, Anna Arcidiacono e Maria Grazia Ronsivalle lasceranno una traccia indelebile nella storia del IV Circolo Didattico di Paternò.

Agata Rizzo

Agata Rizzo

Insegnante di scuola dell’infanzia nel IV Circolo Didattico “Michelangelo Virgillito” di Paternò, II Collaboratore del Dirigente Scolastico e Responsabile della Scuola dell’infanzia.
Referente del progetto Pari Opportunità “Bambine e bambini, uguali…ma diversi”, da 10 anni coordina il giornalino scolastico “La Gazzetta RosAzzurra” sul tema delle pari opportunità e della genitorialità, diretto alle famiglie degli alunni. Negli anni ha collaborato con riviste del panorama pedagogico nazionale quali “Scuola Materna”-Ed. LA SCUOLA- e “Infanzia”-Alberto Perdisa Editore.
Nel 2006 è risultata II finalista con il progetto sulle Pari Opportunità “Bambine e bambini, uguali…ma diversi” al I Premio “Piccolo Plauto”, edito dalla Rivista Infanzia e dall’Università di Scienze dell’Educazione di Bologna.

Tags: , , , , , ,

5 Resposte a “Pensionamenti alla “Michelangelo Virgillito” di Paternò”

  1. angelo umana ha detto:

    “Dopo oltre 30 anni di attività svolte … giunge a conclusione della sua importante funzione”: ma perché, con tutto il rispetto e la stima, ad alcuni, anni di attività ne occorreranno almeno 43 o almeno 67 anni d’età???? Forse perché svolgevano funzioni non altrettanto importanti.

  2. Claudio Caracciolo ha detto:

    Il sig. umana ha mai sentito parlare della riforma “Fornero” del sistema pensionistico?

  3. agata rizzo ha detto:

    Condivido il commento di Claudio Caracciolo: le insegnanti in questione e la D.S.G.A. sono state le prime “Vittime” nella nostra scuola della riforma Fornero.

  4. angelo umana ha detto:

    Claudio Caracciolo scrive:
    6 gennaio 2015 alle 20:05
    Il sig. Umana ha mai sentito parlare della riforma “Fornero” del sistema pensionistico?

    Sì, signor Caracciolo, quella riforma la vivo sulle mie carni e mi vien da pianger come alla povera Elsa… A lei una domanda: perché a me servono 43 anni di contribuzione e ad altri comuni mortali una trentina? Mah, forse ho un mestiere meno nobile …

  5. angelo umana ha detto:

    “Condivido il commento di Claudio Caracciolo: le insegnanti in questione e la D.S.G.A. sono state le prime “Vittime” nella nostra scuola della riforma Fornero”: sig.ra Agata Rizzo, parlare così a Milano lo chiamano parlare “un tanto al tocco” come i salumieri (con tutto il rispetto), alla rinfusa. A me piacerebbe sapere queste “prime vittime” quanti anni in totale avranno lavorato e a quale età in pensione ci vanno/andranno, con dati precisi ci si può intendere meglio. DSGA dev’essere qlcsa di molto importante, per chi ne ignora il significato non essendo del settore, avrà a che fare con incarichi direttivi scolastici o apicali, lei sa cosa vuol dire YMCA?

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta festa film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro trecastagni virgillito

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni