A A
RSS

Belpasso, una fetta di “scacciata” contro il cancro

Dom, Ott 18, 2015

Eventi, Informazione

Una serata ben riuscita con vino, musica e prevenzione

La locale delegazione LILT ha proposto una iniziativa di degustazione, esposizione e musica per sottolineare l’importanza della prevenzione nella lotta del tumore al seno

Una fetta di scacciata, un bicchiere di vino, musica e la prevenzione è servita. Una serata proprio ben riuscita quella dell’11 ottobre scorso, “A Scacciata per scacciare il cancro” allestita dalla delegazione belpassese della LILT (Lega per la Lotta contro i Tumori) in collaborazione con il Comune di Belpasso, e svoltasi nel Giardino Martoglio del centro pedemontano, nell’ambito della Campagna Nastro Rosa 2015 “LILT for Women”, che si tiene ogni anno nel mese di ottobre in tutta Italia con l’obiettivo di sensibilizzare le donne sulla prevenzione come arma necessaria per contrastare il cancro al seno.

«Una bella e gustosa iniziativa quella della delegazione belpassese della nostra associazione”, sottolinea il Presidente delle LILT di Catania, Carlo Romano, che aggiunge: “Una iniziativa che permette di sostenere le iniziative della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori iniziando dalle cose più semplici e genuine come la scacciata, pietanza tradizionale della nostra terra, e che ricorda l’importanza della prevenzione».

E nell’ambito della campagna annuale che ha luogo a ottobre, è stata illuminata di rosa la fontana del Giardino Martoglio, peraltro appena restaurata, a ricordare alle donne l’importanza delle visite senologiche e degli altri esami periodici per diagnosticare per tempo un tumore che soltanto in questo modo si può contrastare al meglio.

“A Scacciata per scacciare il cancro” è stata aperta, in mattinata, con gli stand di hobbistica e artigianato domestico. Nel pomeriggio i protagonisti sono stati gli sbandieratori del “Rione Panzera” di Motta Sant’Anastasia che hanno attraversato le vie cittadine sino al “Martoglio” dove si è conclusa l’esibizione.

In serata è stato dato avvio alla degustazione delle scacciate, preparate da panifici e pasticcieri di Belpasso. Con un piccolo contributo, gli intervenuti hanno potuto assaggiare tutti i gusti tradizionali che fanno ricco il Natale etneo: tuma e acciughe, broccoli, cavolfiori, patate. Un buon bicchiere di vino ha suggellato la degustazione. Poi il palco è stato calcato dagli artisti che hanno voluto dare un proprio contributo alla battaglia della prevenzione oncologica.

Convinta adesione della cantante folk siciliana Rita Botto, che ha parlato anche della sua battaglia contro il cancro: «È una questione che mi riguarda da vicino, in quanto sono stata anche io toccata da questo male e sono sensibile alla battaglia a favore della prevenzione. Come artisti siamo chiamati a dare un nostro contributo. Ognuno lo fa come può e noi siamo qui per chiamare tutti a raccolta con la nostra voce».

Rita Botto è salita sul palco accompagnata dai Lautari, che hanno pure proposto alcuni brani dal proprio repertorio. La serata è stata aperta dalla band di Rhythm and Blues belpassese dei Leakers.

Intervenendo nel corso della serata, presentata da Anna Giarratana, l’Assessore belpassese ai Servizi Sociali, Bianca Prezzavento, ha sottolineato che l’Amministrazione Comunale è da sempre al fianco della LILT e continuerà a sostenere le attività sul territorio per favorire la prevenzione mediante le visite che si svolgono nel corso dell’anno.

Claudia Doria, responsabile provinciale LILT per il volontariato ha aggiunto: «Questa serata, oltre ad essere una vera e propria festa, è anche un mezzo per promuovere prevenzione e volontariato. E da qui lanciamo un appello affinché in tanti si accostino al volontariato al fianco della LILT, donando anche poco del proprio tempo libero negli ospedali catanesi per una esperienza che arricchisce chi la compie».

Gino Asero: «La scacciata è un prodotto tipico di Belpasso, ma anche di questo periodo. Operando sulla prevenzione abbiamo pensato di proporre un piatto nostrano basato sugli elementi della Dieta Mediterranea, pane, olio e verdure, che è poi un presidio universale di prevenzione».

Santy Caruso

Santy Caruso

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni