A A
RSS

Una nuova ed attesa stagione teatrale al “Martoglio” di Belpasso

Mer, Giu 5, 2019

Spettacolo

GUIA JELO E VIDEOBANK PRESENTANO UN CARTELLONE D’ECCELLENZA!

Maria Guardia Pappalardo e Lino Chiechio vantano il pregio della cornice artistica che, grazie a Guia Jelo, racchiude nomi alti del teatro siciliano e nazionale. OBBIETTIVO: soddisfare il gusto dei vecchi fruitori del “Martoglio” e stimolare la curiosità dei giovani

Nell’accogliente salone di rappresentanza della Casa Comunale di Belpasso, traboccante di artisti di teatro, giornalisti e appassionati del mondo dello spettacolo, l’altro ieri, è stata tenuta una conferenza stampa, voluta da Videobank Spa, per presentare il proprio cartellone degli spettacoli che si daranno al Teatro “Nino Martoglio” della stessa cittadina etnea per la stagione teatrale 2019/2020.

Videobank, azienda belpassese, leader nel settore delle Telecominicazioni, per tale impresa si è proposta mete ambiziose; ha così voluto come direttore artistico l’attrice catanese Guia Jelo, chiara stella del firmamento nazionale.

Erano presenti (anche per necessità istituzionale) il sindaco Daniele Motta, la Giunta amministrativa e il presidente del Consiglio comunale Gaetano Campisi. Si trattava infatti di affidare ufficialmente la gestione del “Martoglio”, patrimonio comunale, a Videobank che vorrebbe farne un faro del teatro italiano.  

L’azienda belpassese era rappresentata dall’amministratore unico Maria Guardia Pappalardo e dal general manager Lino Chiechio.

Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo

Di spessore e pregio la cornice artistica voluta da Guia Jelo. Di codesta, qualche nome: Francesca Ferro, Turi Giordano, Mario Opinato, Mario Incudine, Salvo La Rosa, Alessandro idonea, Giuseppe Di Pasquale e il fisarmonicista Beppe Zagarella.

Queste presenze, come altre del cartellone, vantano Maria Guardia Pappalardo e Lino Chiechio, sono «nomi del panorama catanese, siciliano e nazionale, i quali hanno aderito al progetto del nostro stimato direttore artistico per la rassegna teatrale prodotta da Videobank. È nostro grande desiderio e obiettivo soddisfare il gusto di una variegata platea di veterani fruitori del “Martoglio” e attrarre la curiosità ed il consenso di giovani e nuovi appassionati spettatori, proiettando il Teatro belpassese in circuiti nazionali ed internazionali».

Da sx: Peppe Zagarella, Mario Incudine, Guia Jelo

Una nota, piacevolmente accolta, arriva dalle parole di Chiechio, le quali esprimono apertura ed accoglienza al teatro delle fasce non abbienti: «Noi e la nostra azienda siamo belpassesi e, pensando alle difficoltà di tante famiglie, abbiamo pensato di riservare dei posti alla Caritas in modo che la cultura del teatro sia un mezzo di inclusione sociale».

Il sindaco Motta, intervenendo, plaude l’operazione sulla gestione privata del teatro, iniziata dall’Amministrazione precedente: «Il Teatro “Nino Martoglio” appartiene al patrimonio storico della città. É un contenitore culturale che da sempre ospita diverse espressioni artistiche, dalla prosa, alla danza, le quali l’Amministrazione comunale intende ulteriormente valorizzare con una gestione manageriale in modo da razionalizzare le tante attività e migliorarne la funzionalità».

Guia Jelo

Vibrante di emozioni e forti sentimenti, come se lo stesso Martoglio da Nume tutelare le parlasse dentro, così esordisce il direttore artistico: «Questa è una meravigliosa avventura; una tappa fondamentale della mia vita artistica e professionale che segna una nuova aurora; e, In questa occasione, voglio ricordare Mariangela Melato mio eterno mentore, sostenitrice, ma soprattutto amica, alla quale dedico questo cartellone, prendendo forza e coraggio dalla sua luce calorosa che sento forte dentro di me. Sono sicura che ci approverà. Provo molta gioia e un grande senso di responsabilità. Abbiamo fatto delle scelte in èquipe con sinergia, coesione e molto impegno, cercando di miscelarne i contenuti artistici con un mix di lavori adatti ad un pubblico tradizionalmente esigente ma innovativo nei gusti.»

Ma aperture e rassicurazioni non tranquillizzano tutti e dei successivi passi di Videobank avvertono non pochi timori i componenti delle tre storiche compagnie teatrali belpassesi che finora hanno soddisfatto le richieste teatrali del pubblico locale e dei paesi vicini.

E questo timore lo si legge chiaramente nelle sintetiche ed efficaci parole del prof. Vito Sapienza che interviene a scudo delle tre compagnie. Seguiranno però risposte rassicuranti e di fattiva collaborazione da parte della Pappalardo, di  Motta e di Chiechio.

Sulla buona collaborazione invece fra teatri, viene letto un messaggio augurale di Laura Sicignano, direttore del Teatro Stabile di Catania: «Un teatro è un faro di fantasia, libertà. Auguro quindi a tutti voi, alla direttrice artistica Guia Jelo, il sindaco Daniele Motta, Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo, di trasmettere la passione che vi anima in questa bella impresa al pubblico del teatro Nino Martoglio di Belpasso e vi auguro di raccogliere dal territorio il successo che meritate».

Quindi prosit al cartellone che partirà il 19 di ottobre 2019 con Stonchiti (un particolare estratto di Civitoti in pretura del grande commediografo belpassese, dietro la regia e l’adattamento di Turi Giordano e la collaborazione registica della Jelo, con musiche dal vivo del fisarmonicista romagnolo Peppe Zagarella [anche compositore], Davide Sciacca, Flaminia Chiechio) e si chiuderà il 30 maggio 2020 con Io sono l’altro per la regia di Antonello Capodici con Enrico Guarneri e Salvo La Rosa.   Dentro poi altri 10 spettacoli:  Barbablù di Costanza di Quattro, per la regia di Moni Ovadia, con Mario Incudine anche compositore delle musiche eseguite dal vivo da Antonio Vasta, dietro coproduzione tra Videobank, il teatro Carcano di Milano ed altri; Filippo Mancuso e Don Lollò, di Andrea Camilleri e Giuseppe Di Pasquale (che sarà anche il regista),  con Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina; Un primo e un secondo con  la coppia Toti e Totino; Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show di Lopez Solenghi; Ippolito di Euripide, traduzione, regia e adattamento di Nicola e Alberto Orofino. Giuletta Q Romeo, per la regia e l’adattamento di Francesca Ferro e la partecipazione straordinaria di Guia Jelo. Il berretto a sonagli, per la regia e adattamento di Francesco Bellomo; La zia di Carlo di Brandon Thomas, per la regia e la partecipazione di Alessandro Idonea, con Giovanna D’Angi. Peppa la Cannoniera, produzione Videobank per la regia di Turi Giordano e Guia Jelo.

Sarà riservato uno spazio esclusivo alla musica come protagonista vera e propria del teatro “Martoglio” con Massimo Kids Orchestra, orchestra di giovani musicisti del Teatro Massimo di Palermo; Orchestra a Plettro Città di Taormina, direttore Antonino Pellitteri, flauto traverso di Flaminia Chiechio su musiche di Verdi, Mascagni, Morricone, Piovani e Piazzolla; Francesco Buzzurro ”On Man Band”; Ottoni animati e Soli si muore lotus flore dietro la coreografia di Alessandra Scalambrino.

Santy Caruso

Santy Caruso

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

agata rizzo alba arte bellini belpasso biancavilla cannizzaro carlo caputo carmelo ciccia catania cinema collura daniela schillaci danilo festa discarica motta film giuseppe cantavenere iti cannizzaro l'alba l'Alba ArteCulturaSocietà l'alba periodico laura cavallaro laura timpanaro libro matteo collura misterbianco mostra motta sant'anastasia nino di guardo no discarica norma viscusi paternò patrona pdf pino pesce pirandello rosa balistreri scuola SI.RO Silvia Ivanova spettacolo taormina teatro Teatro Massimo Bellini di Catania trecastagni

Bacheca Periodico – Ultime Edizioni